Aspassoconiboys compie 1 anno: 18 cose che non vi ho detto di me

IL 1° MARZO IL MIO BLOG COMPIE 1 ANNO.

TANTI AUGURI A ME!

Sono già passati 12 mesi da quando ho premuto per la prima volta il tasto “pubblica “articolo.

E’ arrivato il momento di raccontarvi qualcosa di me che ancora non sapete:

  1. Io e mio marito abbiamo entrambi 47 anni
2019

Io e il mio omone siamo nati entrambi nel mitico 1972. Io sono un Sagittario, lui un Toro. Mi piace un sacco avere la stessa età.

  1. Siamo entrambi nati a Firenze e sempre vissuto a Firenze.

Siamo entrambi fiorentini doc nati in famiglie fiorentine da generazioni. E di questo ne vado fiera. Poi, mentre cercavamo il nostro nido d’amore nel lontano 1999, abbiamo trovato un piccolo appartamento a pochi km dal capoluogo toscano e in seguito ci siamo spostati ancora. Il nostro punto di riferimento è sempre Firenze, citta che amiamo molto.

  1. Quando sono arrivata in chiesa, lui non c’era.

Avete letto bene! I mesi precedenti il matrimonio, Iacopo scherzava sul fatto di non presentarsi in chiesa il grande giorno. Alla fine è andata così. Appena arrivata in chiesa, Iacopo si era allontanato con il prete in Sacrestia e il fotografo uscì in fretta dalla chiesa per dirmi di non scendere dalla macchina perché Iacopo non c’era, senza dare altre spiegazioni.

Solo a scrivere queste poche righe, mi scendono i lacrimoni. Il ragazzo che guidava ha fatto retromarcia e siamo andati a fare un giro per le strade del Chianti. Io piangevo a dirotto (con tutto il trucco colato) e il mio babbo cercava di tranquillizzarmi. Ovviamente Iacopo era molto presente.

Il risultato è stato che non ho mai sorriso in tutta la giornata per lo spavento. Ho iniziato a rilassarmi solo il giorno dopo in aereo. Ovviamente non ho più rivolto la parola al fotografo che aveva diffuso quella notizia falsa e tendenziosa!

  1. 32 cm di differenza in altezza

Tra me e mio marito ci sono 32 cm di differenza in altezza. Io sono bassa 160 cm e lui alto 192 cm. Io indosso spesso le scarpe con il tacco che aiutano un po’ a limare questa differenza. Non possiamo ballare il tango ma per il resto possiamo fare tutto!

2012
  1. Mentre stavamo adottando due bambini cileni, sono rimasta incinta.

Nel 2008 abbiamo iniziato il percorso dell’adozione internazionale di due figli minori. E’ stata una strada lunga, in compagnia di assistenti sociali e psicologi che ci hanno analizzato per un intero anno. Noi, per svariate ragioni, avevamo scelto che i nostri figli provenissero dal Cile. E così, dopo aver ottenuto l’idoneità da parte del Tribunale dei Minorenni di Firenze, abbiamo preso un volo per andare a festeggiare. All’inizio del 2010 in attesa di partire per il Sudamerica per andare a prendere i nostri figli, abbiamo scoperto di aspettare Riccardo il nostro primo boy. Una gioia immensa. All’epoca la legge italiana non permetteva l’adozione di bambini più grandi di quelli naturali per cui abbiamo interrotto il percorso (credo sia ancora così). Dopo 1 anno e mezzo dall’arrivo di Riccardo, è arrivato il vero tornado di casa, Niccolò che adesso ha quasi 8 anni.

  1. Ci siamo conosciuti ai boy scout

Entrambi iscritti al mitico gruppo degli scout CNGEI di Firenze (dove adesso il nostro figlio grande è un lupetto), stavamo facendo i capi reparto e, tra una riunione e l’altra, mentre stavamo costruendo un forno con un barile, è scoccata la scintilla. Dopo 28 anni siamo ancora insieme. Grande Iac!

2018
  1. Ho conseguito la vecchia laurea magistrale.

Ne vado orgogliosa. Sia perché mi sono laureata a 24 anni sia perché la laurea magistrale quinquennale non esiste più sia perché me la sono pagata da sola lavorando come una matta. Solo noi grandicelli possiamo ricordarcela.

  1. Sono stata operata 2 volte

La prima operazione è stata l’ernia ombelicale nel 2015, mentre la seconda è avvenuta nel 2018 per un distacco di retina all’occhio destro. Con l’occasione mi hanno operato anche la cataratta.

Al momento la situazione è la seguente: ho la cataratta primaria all’occhio sinistro (non operato), la cataratta secondaria all’occhio operato e l’opacizzazione del cristallino. Ho pure l’alluce valgo. Credo sia il caso di chiamare Villa Il Buon Riposo per prenotare un posto!

  1. Mi tingo i capelli dal 1995

Ebbene sì. Rientro in uno dei casi di persone imbiancate presto. Ho iniziato a tingere i capelli bianchi nel lontano 1995. Al momento devo fare la tinta ogni 14-15 giorni e non ho più ricrescita di capelli scuri ma solo bianchi. Sono un disastro (vedi punto sopra)!

  1. Un lama ha tentato di rubarmi le patatine

Mentre eravamo in Perù al Canyon del Colca, ci siamo fermati a un piccolo punto di ristoro ed io ovviamente ho comprato patatine (ne mangio un pacchetto al giorno). Pian piano mi si è avvicinato un lama che ha infilato il suo muso nel pacchetto. L’ho guardato inferocita e me ne sono andata. NESSUNO DEVE MANGIARE LE MIE PATATINE!

Perù, 2002
  1. Stiamo insieme da 28 anni

Nel 1992 ci siamo messi insieme, nel 2002 ci siamo sposati (lo stesso giorno in cui ci siamo messi insieme). Dopo 2 figli tanto desiderati (vedi punto 5), siamo ancora qua (eh già) e finalmente abbiamo ripreso a viaggiare.

  1. I miei figli sono nati entrambi il giorno 3

Riccardo è nato il 3 settembre e Niccolò il 3 giugno. 21 mesi esatti di differenza.

  1. Nel 1988 ho tentato di scavalcare il muro di Berlino.

Mi trovavo a Berlino ovest con amici ma non mi era chiara la situazione politica (anni di liceo buttati via). Non capivo perché c’era la guardia su una torretta per controllare che nessuno provasse ad andare dall’altra parte. Io ho detto che volevo andare al di là del muro (mimando il tutto con le mani perché non conosco neppure una parola di tedesco) e la guardia mi ha puntato il fucile. Ho capito che non era il caso.

  1. Ho conosciuto i miei migliori amici in viaggio

Le persone che amano viaggiare sono straordinarie. Io ho avuto la fortuna di incontrare grandi amici in Kenya nel 2004.

Kenya, 2004

Nonostante ci sentiamo poco e ci vediamo raramente, mi piace stare con loro perché sono persone intelligenti con grandi teste pensanti. Trascorrere il tempo con loro mi dà un grande beneficio, sia perché mi occorre ogni volta un quaderno per appuntare nuove idee e spunti di riflessione, nuovi titoli di libri o film, nuovi posti dove andare o nuove ricette; sia perché stiamo proprio bene in loro compagnia.

Dopo averli incontrati, ho sempre una nuova energia di fare e progettare (manca poi la messa in pratica ma questo è un altro discorso).

  1. Ho 2 tatuaggi

A 40 anni ho tatuato le due iniziali dei boys (RN) sull’interno della caviglia sinistra e 4 anni dopo ho tatuato le stelline sul dorso del piede destro. Le avevo viste sulla schiena di Rhianna e ho deciso che sarebbero state bene anche a me!

  1. Ho perso 10 kg in un anno

Era l’anno 2014 e, grazie a una collega molto attenta alla linea e ai sani stili di vita, ho iniziato a correre. Non ho mai cambiato la mia alimentazione, però correvo per almeno 1 ora sei giorni la settimana. E sono riuscita a perdere 10 kg. Stavo benissimo! Questo benessere è durato fino a maggio 2016 quando ho scambiato lavoro e gradualmente ho smesso di correre. Risultato? Ho ripreso tutti i 10 kg (e forse anche qualcuno in più) che al momento riposano sereni sui miei fianchi e il mio sederone.

  1. Sono vegetariana

Da tre anni sono vegetariana. Cucino la carne (pochissima) per i miei 3 uomini ma non la mangio. E neppure il pesce. Ai miei figli ho spiegato che ne ho mangiata troppa senza addentrarmi in discorsi etici. Quando saranno grandi decideranno la loro alimentazione.

Ho provato anche la dieta vegana per un mese, ma ho fatto fatica a cucinare. Al momento mangio pasta e dolci. Forse è per questo motivo che sono ingrassata???

  1. Covid-19

In pieno periodo del Corona Virus, sono andata dal mio parrucchiere cinese che ho trovato pieno di clienti. Quindi, statemi lontano per le prossime due settimane!

Avrei ancora tante cose da svelare su di me. Ma le lascio per il prossimo post.

2020

Ringrazio tanto chi mi segue, chi mi aiutato con il blog e chi inizierà a seguirmi d’ora in poi.

Ringrazio i miei tre boys che sono quotidiana fonte d’ispirazione.

Grazie per aver letto fin qui. Se vuoi saperne più di me, leggi la mia storia qui.

A presto,

Francesca

24 Commenti

  1. Iacopo e Francesca siete un bellissimo esempio di amore che dura negli anni, esempio di tolleranza, pazienza, entisiasmo e voglia di fare ancora tante cose insieme. Avanti cosi!!!❤

  2. Molto carina questa auto intervista. Io non vi conoscevo e grazie a questa simpatica intervista adesso so tutto di voi ! Ps. non si giocano questi scherzi all’altare

    • ciao Silvia, sono d’accordo con te! Questi scherzi sono pericolosi. Non sono riuscita nè a sorridere nè a mangiare (il che è stato un bene anche se all’epoca ero 10 kg meno di ora :). Grazie

  3. Ciao Francesca, che bello conoscere la storia di chi sta dietro le parole scritte su un blog. Anche il mio blog ha appena compiuto un anno (il 27 febbraio) e anche io ho la stessa età di mio marito. Siamo stati anche noi in Perù e abbiamo due figli. Una grossa differenza fra me e te è l’altezza😂: io sono alta 1,86 e mio marito 1.90🤣. Buon proseguimento di questa interessante avventura che è il blog!

    • ciao Rossella quante cose abbiamo in comune! Sei alta 1,86 cm??? Che invidia. Però tu e tuo marito siete alti uguali. Ma dai il Perù… noi ci abbiamo lasciato il cuore. Che bello! Grazie

  4. Il tuo articolo l’ho trovato molto divertente. Con te condivido il marito nato nello stesso vostro anno 1972 e il numero 3 che è invece la mia data di nascita (3 Aprile).

  5. Prima di tutto tantissimi auguri per questo primo anno di blog! Questo articolo è stato davvero interessante per conoscerti meglio e saperne più sulla persona che sta dietro al blog!

    • ciao Veronica, è vero! Mi sono resa conto che in un anno avevo messo pochissime foto di me (meglio per i lettori :). Allora, ho voluto far vedere chi c’è dietro aspassoconiboys. Grazie

  6. Auguri per il primo anno di blog, è una bella emozione! E bellissimo questo post, mi piace sapere qualcosa in più di chi scrive, complimenti anche per la vostra bella storia!

    • Ciao Sara
      sono fortunata ad avere un grande uomo accanto a me. Lo dico piano perchè i problemi sono sempre alla porta. Per cui vivo qui e ora. Grazie

    • Ciao Rina, ancora non mi rassegno. Ogni volta che ci penso piango davvero. Per me è stato uno shock! Non ho MAI riso in tutto il giorno nè ho una foto. Pazienza. Stiamo ancora insieme e faremo una festa per i 20 anni da quel giorno. Grazie

    • Ciao Serena. Davvero un caso! Entrambi partoriti alla 41 ma settimana con diabete gestazionale. La vita è strana ma splendida! Grazie

    • ciao Evelina. Grazie mille. Per me il web è un mondo nuovo e tra una bischerata e un’altra, si va avanti. Il primo compleanno è stato prorpio un bel traguardo. Grazie

  7. Che bella idea presentarsi in questo modo! Buon compleanno al blog e grazie di aver condiviso con i lettori un pezzetto di te stessa!

    • ciao Michela ero un pò in imbarazzo a scrivere così tante cose di me. Ma poi ho pensato che quando ci si butta sul web si vuole raccontare qualcosa di quello che facciamo. Quale migliore occasione il primo compleanno del blog? Grazie

    • ciao Raffaella, all’inizio ero un pò imbarazzata a scrivere queste cose di me. Non mi piace pubblicare le mie foto nè raccontare molto di me. Ma visto che il blog tratta delle nostre avventure, mi è sembrato carino festeggiare il compleanno così

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*