A spasso con i NON propositi per il 2019

Questo nuovo anno è iniziato bene perché non ho fatto alcuna lista di buoni propositi né di progetti.

Finalmente è finito il periodo dei mille messaggi di tanti auguri di pace e serenità, auguri che odio profondamente in quanto inviati in maniera compulsiva a tutti i destinatari della propria rubrica. Essendo una donna che ancora ama carta e penna e che ama inviare gli auguri per posta (ho scoperto con grande dispiacere che i francobolli adesso vengono venduti solo dagli uffici postali e non più dalle tabaccherie sotto casa), la ricezione costante e massiccia degli stessi auguri per l’anno nuovo mi infastidisce molto. Mi piace invece trascorrere qualche minuto in più a personalizzare il messaggio destinato a pochissimi nomi della mia rubrica. Eh..sì.. confermo che sono sempre un orso nelle pubbliche relazioni.

Quindi, per il nuovo anno cosa mi auguro?

NON MI VOGLIO METTERE A DIETA. Perché rinunciare a dolci e schiacciata? Sono molto orgogliosa delle mie forme e della mia linea curvy che porto in giro. Il panforte divorato durante le feste si è felicemente posizionato sui fianchi, il pandoro farcito di crema al mascarpone riposa in pace sui miei glutei. Perché eliminarli? Sicuramente con diversi chili in meno starei meglio ma per adesso va bene così.

NON VOGLIO RINUNCIARE AI DOLCI. La mia alimentazione si basa praticamente su quelli. Adoro biscottini di ogni tipo, torte, gelati, cioccolato, caramelle, pastine calde etc. Adoro tutto lo zucchero che si scioglie in bocca e poi scende giù scegliendo la zona migliore del corpo dove depositarsi. Con la scusa di non tenere i dolcetti in casa, mi sono portata tutto il bottino delle calze della Befana al lavoro con la conseguenza di fare spuntini frequenti a base di Twix, Kinder, Bounty. Dietetico no ma meglio della classica mela prevista dalle diete.

NON MI ISCRIVO IN PALESTRA. Non utilizzo l’alibi che mi manca il tempo. Semplicemente non mi piace andare in palestra. Dai tempi in cui andavo io con la Fruit ingiallita e i pantaloni larghi dell’Adidas vedo che le cose sono cambiate. Va bene importare tutti gli sport dagli USA e quindi ammazzarsi di pilates, body sculpture e kick boxing. Ma adesso le discipline si chiamano Yogalates, Core Conditioning, Nia. No grazie! Mi servirebbe un dizionario solo per capire cosa sto facendo!

E quindi, contrariamente alla palestra, alla dieta e alle innumerevoli trasmissioni televisive su come recuperare la forme e su come adottare uno stile di vita sano, io voglio solo continuare a mangiare, divertirmi ed a ridere!

Male che vada ci sono sempre le taglie calibrate!

Anche tu NON hai fatto alcuna lista di buoni propositi per il nuovo anno?

Sono molto curiosa di conoscerla. Scrivimi se ti va.

A presto,

Francesca